07Lug
Quali sono le strategie di marketing per un’organizzazione no profit

Quali sono le strategie di marketing per un’organizzazione no profit

Tendenza siti web ed ecommerce

Le organizzazioni no profit devono creare comunicazione, interazione e sensibilizzare su un determinato argomento senza avere un vero e proprio budget. Ma non c’è da disperarsi perché anche in questo sono tante le opportunità previste per costruire un buon piano e raggiungere gli obiettivi prefissati. Gli strumenti e le strategie di marketing digitale da adottare permettono di ottenere risultati di grande spessore senza dover investire troppo. Ecco quattro soluzioni ritenute fondamentali dagli esperti:

  • Google Ad Grants

  • Video

  • Social media

  • Parlare in pubblico

Google Ad Grants

Le organizzazioni no profit possono utilizzare Google Ad Grants, uno strumento che permette di ricevere denaro gratuito per fare pubblicità sul motore di ricerca. In questo caso gli inserzionisti devono avere un account Google Ads (precedentemente noto come Google AdWords), un account no profit di Google e l’ID cliente dal proprio account Google Ads. Iniziata la procedura di richiesta, si può ottenere pubblicità gratuitamente.

Video

Così come per tutte le altre tipologie di organizzazioni, anche le no profit devono puntare sui video. Uno strumento del genere permette di entrare in empatia con lo scopo da raggiungere e trasmettere le giuste emozioni. Il risveglio delle proprie emozioni è fondamentale per spingere le persone ad agire, quindi una piccola parte di budget e di tempo può essere investita nella produzione dei video. Se si considera che anche con un cellulare di ultima generazione è possibile creare video di impatto, il gioco vale la candela.

Social media

Social media come Facebook o Instagram hanno ormai “imposto” la necessità di investire un minimo budget per concedere visibilità. Per le organizzazioni no profit si tratta di un ostacolo importante ma tutti i social hanno opzioni di targeting ben definiti e specifici che si possono usare per cercare le persone che hanno più probabilità di prendersi cura della propria causa. Per non parlare del pulsante “Dona ora”, strumento per incoraggiare gli utenti ad agire direttamente su Facebook. I numeri parlano chiaramente dell’impatto dei social nell’attività di un’organizzazione profit. Basti pensare che oltre 750.000 organizzazioni no profit utilizzano le Pagine Facebook per condividere la loro causa. Hootsuite ha anche pubblicato una serie di dati che fanno capire la portata di questi strumenti:

  • il 18% dei donatori in tutto il mondo ha erogato somme tramite strumenti di raccolta fondi di Facebook

  • l’88% afferma che è probabile che offrirà attraverso la raccolta fondi di Facebook in futuro

  • l’84% degli utenti di Facebook condivide per mostrare il proprio supporto per una causa e per evidenziare i problemi che sono importanti per loro

  • Facebook indirizza il 29,4% del traffico verso le pagine delle donazioni su #GivingTuesday

Parlare in pubblico

Per una strategia di marketing idonea in chiave digitale e comunicativa, non si può rinunciare alla possibilità di parlare in pubblico. Ormai gli eventi sono sempre più social, registrati o pubblicati online così come la presenza di hashtag per permettere alle persone di twittare, fare post o pubblicare stati sull’argomento che si sta trattando. In questo modo si può diffondere un determinato messaggio e  raggiungere un pubblico più ampio.

Contattaci per avere maggiori informazioni