25Feb
Qual è un buon tasso di conversione per un e-commerce?

Qual è un buon tasso di conversione per un e-commerce?

Una domanda comune da parte delle aziende di e-commerce è: “Qual è un buon tasso di conversione?” La risposta varia in base alla società e alla definizione di “conversione”. L’ottimizzazione delle conversioni è molto più importante di aumentare le vendite immediate. Si tratta anche di acquisire informazioni che potrebbero portare a vendite.

Il tasso di “aggiungi al carrello”  indica la percentuale di visitatori che hanno inserito un articolo nel carrello, indipendentemente dal fatto che i visitatori abbiano completato l’acquisto. L’azione in genere rappresenta un intento di acquisto ed è generalmente superiore al tasso di conversione dell’acquisto. Un alto tasso di aggiunta al carrello indica pagine di prodotti e inviti all’azione efficaci. Il tasso medio si attesta intorno al 9%. Ma i negozi che vendono prodotti di nicchia o di tendenza possono vedere tassi del 20% o più.

Per aumentare la percentuale di aggiunta al carrello:

  • Utilizza pagine di prodotti convincenti e prive di distrazioni.
  • Fai risaltare il pulsante Aggiungi al carrello, sopra la linea di scorrimento.
  • Utilizzare i call-out o le icone per gli articoli disponibili, esclusivi o in quantità limitata.
  • Concentrati sul design, sulla navigazione e sulla funzionalità generali del sito. Le alte frequenze di rimbalzo (la percentuale di visitatori che visualizzano solo una pagina) sono generalmente dovute a design e navigazione scadenti.

Conversioni di acquisto e iscrizioni via email

L’aggiunta di un prodotto al carrello è un passo nel processo di vendita. Il tasso di conversione dell’acquisto indica non solo la percentuale di acquirenti per i visitatori, ma anche la percentuale di carrelli abbandonati. Il tasso di conversione medio degli acquisti è di circa il 2,3%, con le migliori prestazioni che registrano un aumento dell’11%. È interessante notare che c’è poca correlazione tra tempo sul sito e acquisti.

Non tutte le speranze si perdono quando non si ottiene la vendita. Catturare le iscrizioni via e-mail è la migliore conversione successiva in una vendita perché collega il sito con i potenziali clienti. Il tasso di conversione medio per le iscrizioni via e-mail da siti Web che utilizzano caselle di scorrimento e popup è di circa il 2%, con il massimo a circa il 5%. I siti con la migliore conversione si concentrano su due cose: monitoraggio dello scorrimento della pagina dei visitatori e l’ora sulla pagina per determinare quando viene visualizzato l’invito all’azione via email.

Altre azioni

I follower di Facebook e Instagram non sono così utili come gli abbonati e-mail. Tuttavia, la maggior parte degli utenti di Facebook e Instagram accetta le impostazioni predefinite per gli account seguiti, che includono automaticamente i post degli account nei feed di notizie dei follower. Per incidere sulle vendite si può aggiungere anche una chat dal vivo, condivisione social, download di PDF e chiamate telefoniche. Tutte le azioni dei visitatori che potrebbero alla fine portare a vendite devono essere considerate. Ovviamente tutte devono essere tracciate per capire come migliorarle.

Contattaci per avere maggiori informazioni