03Dic
Google Discover, tutto quello che c’è da sapere

Google Discover, tutto quello che c’è da sapere

Attraverso l’app di Google è possibile conoscere il mondo di Discover, un sistema che permette agli utenti di restare aggiornati sugli argomenti preferiti. Un vero e proprio feed diviso per argomenti e articoli di interesse che può essere consultato senza fare ricerche. Il servizio è nato nel 2017 ma solo negli ultimi mesi sta diventando sempre più importanti sia per gli utenti sia per coloro che si occupano di ottimizzazione dei siti web. Sono oltre 800 milioni gli utenti attivi al mese, un dato che evidenzia l’importanza di uno strumento che può cambiare radicalmente i numeri e la vita di un business.

Google Discover, il feed definitivo

Google Discover non contiene sono news ma anche post su blog, articoli meno recenti, gallery fotografiche, contenuti video o di qualunque altra natura. Ciascuna scheda è accompagnata da un tag relativo all’argomento centrale del contenuto. Se si tocca il tag si entra in una sezione apposita popolata di contenuti pertinenti e relativi all’argomento in questione. Tutto il sistema si basa sugli algoritmi di Google, quindi non c’è un modo per entrare in questo feed. Le pagine ritenute più idonee da Google e che rispondono alle norme relative ai contenuti di Google News possono ambire ad entrare in Google Discover. Inoltre tutto dipende dalla valutazione della qualità dei contenuti e della corrispondenza tra i contenuti della pagina e gli interessi dell’utente.

Per rintracciare le origini di Google Feed, bisogna risalire fino al dicembre 2016. Google lanciò un aggiornamento della sua app che consisteva in una fusione per “aiutarti a rimanere organizzato e a conoscere le cose che è importante per te”. Ciò consisteva principalmente in un feed che ti teneva aggiornato sui tuoi interessi: sport, notizie, intrattenimento, ecc. Google ha quindi rilasciato un aggiornamento nel luglio dello scorso anno. Hanno avanzato i loro algoritmi di macchina al punto da poter meglio anticipare ciò che era “interessante e importante” per i suoi utenti. Hanno aggiunto una funzione che ha permesso agli utenti di seguire gli argomenti di loro interesse. Il cambiamento è stato guidato da tre motivi fondamentali: il passaggio dalle risposte ai viaggi; dalle query ai senza query; e dal testo al visivamente stimolante. A prima vista, Discover sembra accogliere tutti questi concetti.

Contattaci per avere maggiori informazioni