25Ago
Google non è una scienza esatta (lo dice Google)

Google non è una scienza esatta (lo dice Google)

SEO & SEM, Motori di ricerca

John Mueller di Google consiglia ai SEO di non considerare il ranking di ricerca come una scienza esatta su come fare le cose nel modo giusto o sbagliato. Nell’ultima puntata del podcast Mueller discute dei tanti difetti osservati dagli utenti sull’indicizzazione e sulla ricerca. In sintesi ha due idee per quanto riguarda i fattori di classificazione:

  • La ricerca non è una scienza
  • Le cose possono cambiare nel tempo

L’ossessione per i singoli componenti, come la forza di un fattore di classificazione rispetto a un altro, è un approccio imperfetto. Mueller afferma che ci possono essere diversi modi per ottenere il risultato desiderato. Ogni sito non deve seguire lo stesso progetto: “Penso che sia davvero importante tenere a mente, nel senso che non esiste una verità assoluta là fuori per quanto riguarda quale pagina dovrebbe essere classificata per quale query. Quindi non è che ogni sito deve fare la stessa cosa, ma ci sono diversi modi per arrivarci e non è necessario seguire ciecamente solo un fattore di classifica per raggiungere il risultato finale “.

Non c’è un singolo fattore più importante

Non c’è “un” fattore decisivo nel ranking della ricerca. In pratica non esiste un singolo fattore di classificazione che puoi indicare e dire che è il fattore decisivo al di sopra degli altri. E non c’è nemmeno un singolo fattore che porta costantemente più peso di altri, afferma Mueller. Un fattore di classificazione può avere un peso considerevole per una query e non conta affatto per un’altra. “E non è nemmeno il caso che un particolare tipo di fattore all’interno di questa grande rete sia l’unico fattore decisivo o che si possa dire che questo fattore ha un ruolo del 10% perché forse per alcuni siti, per alcune query, non gioca un ruolo a tutti. E forse per altri siti, per altre query, è il fattore decisivo. È davvero difficile dire come tenerli insieme “.

Dare importanza a più parametri

Sebbene non ci sia modo di garantire una posizione stabile nei risultati di ricerca, Mueller afferma che la cosa migliore che i SEO possano fare è ottimizzare per una varietà di fattori: “il modo migliore per un sito Web di rimanere in una posizione stabile, che non è affatto garantito, è davvero quello di assicurarti di avere una grande varietà di diversi fattori su cui lavori e di mantenere questa diversità del tuo sito Web in posizione verticale”.

Contattaci per avere maggiori informazioni