16Giu
Google Page Experience Update: il nuovo fattore primario

Google Page Experience Update: il nuovo fattore primario

Google ha annunciato oggi un nuovo algoritmo di classificazione progettato per giudicare le pagine Web in base al modo in cui gli utenti percepiscono l’esperienza di interazione. Ciò significa che se Google ritiene che gli utenti di un sito Web abbiano una scarsa esperienza, potrebbe far perdere posizioni allo stesso sito. Questo aggiornamento è chiamato Google Page Experience Update e non dovrebbe essere pubblicato fino al 2021, quindi c’è tutto il tempo per prepararsi.

Cos’è la Page Experience?

Google ha creato un documento di sviluppo dettagliato sui criteri di esperienza di una pagina. Queste metriche mirano a capire come un utente percepirà l’esperienza di una pagina Web specifica. Un esempio? Se la pagina si carica rapidamente, se è ottimizzata per i dispositivi mobili, se funziona su HTTPS, la presenza di annunci intrusivi e se il contenuto salta mentre la pagina viene caricata.

La Page Experience è composta da diversi fattori di posizionamento già esistenti, tra cui l’aggiornamento per i dispositivi mobili, la velocità delle pagine, l’HTTPS, la sicurezza e la facilità d’uso. Questi perfezionamenti rientrano in quelli che Google chiama Core Web Vitals.

Core Web Vitals include metriche centrate sul mondo reale, che forniscono punteggi su aspetti delle pagine, inclusi tempo di caricamento, interattività e stabilità del contenuto durante il caricamento. Unendo questi fattori è possibile avere un unico parametro che Google ha creato. Non è un punteggio ma ogni elemento all’interno ha il proprio peso nell’indicizzazione. Ogni singolo fattore all’interno dell’esperienza di pagina è ben definito:

  • Largest Contentful Paint (LCP): misura le prestazioni di caricamento
  • First Input Delay (FID): misura l’interattività
  • Cumulative Layout Shift (CLS): la stabilità visiva
  • Mobile-Friendly: ottimizzazione dispositivi mobili
  • Safe browsing: sicurezza
  • HTTPS
  • No intrusive interstitials: contenuto facilmente accessibile
  • Cumulative Layout Shift (CLS): questa è una nuova metrica che fondamentalmente controlla se la pagina è stabile quando viene caricata. È il layout dello spostamento della pagina, con conseguente scarsa esperienza utente

I contenuti vincono su tutto

Questo nuovo fondamentale fattore di ranking sarà pubblicato entro il 2021. Google ha promesso di dare un preavviso di sei mesi prima di essere pubblicato, un avvertimento per preparare tutti a questa novità. A prescindere da tutto è stato chiarito che i contenuti continueranno ad avere un posizionamento elevato nella Ricerca Google, nonostante una scarsa esperienza di pagina. “Sebbene tutti i componenti dell’esperienza della pagina siano importanti, classificheremo le pagine con le migliori informazioni complessive, anche se alcuni aspetti dell’esperienza della pagina sono scadenti. Una buona esperienza di pagina non ha la precedenza su contenuti interessanti e pertinenti. Tuttavia, nei casi in cui vi siano più pagine con contenuti simili, l’esperienza della pagina diventa molto più importante per la visibilità in Ricerca “, ha scritto Google.

Contattaci per avere maggiori informazioni