12Nov
Cos’è Google Bert e cosa succederà al motore di ricerca

Cos’è Google Bert e cosa succederà al motore di ricerca

Google ha annunciato quello che ha chiamato l’aggiornamento più importante degli ultimi cinque anni. L’aggiornamento BERT influirà sul 10% delle query di ricerca. Ma di cosa si tratta? In pratica il grande motore di ricerca ha annunciato che influisce dalle query di ricerca complesse in base al contesto. Queste le parole di Google: “Questi aggiornamenti sono orientati al miglioramento della comprensione del linguaggio, in particolare per query più linguistiche / conversazionali naturali, poiché BERT è in grado di aiutare la Ricerca a comprendere meglio la sfumatura e il contesto delle parole nelle Ricerche e ad abbinare meglio quelle query con risultati utili”. Soprattutto per query più lunghe e più conversazionali o ricerche in cui le preposizioni cambiano il  significato, Search sarà in grado di comprendere il contesto delle parole nella query”.

La rivoluzione dettata da BERT

Bert ha un approccio pre-training di elaborazione del linguaggio naturale che può essere utilizzato su un ampio corpus di testi. Gestisce attività come il riconoscimento di entità, parte del tagging vocale e la risposta a domande tra altri processi di linguaggio naturale. Bert aiuta Google a comprendere il testo in lingua naturale dal Web. Google ha aperto questa tecnologia e altri hanno creato varianti di BERT. L’algoritmo BERT (Bidirectional Encoder Representations from Transformers) è un algoritmo di apprendimento profondo correlato all’elaborazione del linguaggio naturale. Aiuta una macchina a capire cosa significano le parole in una frase, ma con tutte le sfumature del contesto.

Ci sarà ancora molto lavoro da fare, ma BERT migliora notevolmente il modo in cui Google comprende le query di ricerca. Analizza le query di ricerca, non le pagine Web. Nella pagina SEO diventa più importante in termini di utilizzo delle parole in modi precisi. Il contenuto sciatto potrebbe non essere aiutato dall’aggiornamento Google BERT. E questo può essere solo l’inizio, come annunciato dall’esperto Dawn Anderson: “Un ricercatore che conosco ha usato BERT nel suo lavoro con assistenti, ad esempio simile a Google Assistant, per testare l’uso di domande di chiarimento. Quindi ha molti usi. È solo un punto di partenza”. Si tratta di un’opportunità per portare più traffico con contenuti più mirati e ben organizzati.

Contattaci per avere maggiori informazioni